Tremenda Juventus, ma Chiesa limita i danni: il Porto traumatizza i bianconeri

La Juventus limita i danni e cede 2-1 in casa del Porto al termine di una partita tremenda, la rete di Chiesa nel secondo tempo fa respirare Andrea Pirlo

SportFair

Una Juventus tremenda limita i danni al cospetto di un Porto tutt’altro che trascendentale, che sfrutta due regali dei bianconeri e si porta a casa l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

Foto di Estela Silva / Ansa

La squadra di Conçeiçao si impone 2-1 grazie ai gol di Tameri e Marega, che spaventano la Juve fino all’acuto di Federico Chiesa, che permette agli uomini di Pirlo di guardare con ottimismo alla gara di ritorno. Un risultato che premia oltre modo i bianconeri, protagonisti di una partita davvero brutta, raddrizzata solamente nel finale.

Trauma

Foto di Estela Silva / Ansa

La Juventus subisce un doppio trauma al Do Dragao, subendo due gol nei primi secondi dei due tempi. Ne servono 63 a Taremi per fare 1-0 su un errore colossale della coppia Bentancur-Szczesny, mentre nella ripresa ne bastano poco meno di 30 a Marega per siglare il raddoppio. Un approccio tremendo quello della squadra di Pirlo, che riesce a limitare i danni con la rete di Federico Chiesa, che permetterà alla Juventus di poter vincere con un gol di scarto al ritorno per passare il turno.

Haaland trascina il Borussia

Haaland
Foto di Julio Munoz / Ansa

Nell’altro ottavo di finale in programma questa sera, il Borussia Dortmund si impone in casa del Siviglia con il risultato di 2-3, grazie alla serata mostruosa del solito Haaland. L’attaccante norvegese segna una splendida doppietta che, insieme all’acuto di Dahoud, rendono vane le marcature di Suso e De Jong. Un successo pesantissimo per i gialloneri, regalato dal proprio bomber, arrampicatosi a quota 18 gol in Champions League realizzati in sole 13 presenze.