“Multata perché troppo sexy”, l’ex moglie di Mahrez accusa la polizia sui social: la verità però è un’altra

L'ex moglie di Mahrez ha rivelato di essere stata multata dalla polizia perché troppo sexy, la verità però differisce da quanto postato sui social dalla modella

/

Multata perché troppo sexy, questa la spiegazione di Rita Johal per essere stata multata lo scorso venerdì da alcuni agenti di polizia.

L’ex moglie di Riyah Mahrez, attaccante del Manchester City, ha postato sui propri canali social l’irruzione dei poliziotti nell’appartamento in cui la modella, insieme ad altri amici, stavano tenendo un party in barba alle restrizioni anti-Coronavirus previste in Inghilterra. Stando al protocollo diffuso dal primo ministro Johnson, chiunque venga sorpreso a violare le norme deve pagare una multa compresa tra 200 e 6.400 sterline.

LEGGI ANCHE: Gli rubano 175mila sterline, ma se ne accorge dopo un mese: la disavventura di Mahrez

La verità

Nonostante Rita Johal abbia spiegato ai propri followers di essere stata multata perché troppo sexy, la verità è che l’ex moglie di Mahrez e i suoi amici sono stati sanzionati per aver violato le norme anti-Covid, ricevendo una pesante multa. La modella ha tentato anche di rabbonire gli agenti di polizia, chiedendogli perché non si divertissero anche loro, ricevendo solo risposte di circostanza. Scene tutt’altro che edificanti, da cui l’immagine di Rita Johal non ne è uscita certamente bene.