Retroscena di mercato, Chiellini e la pazza offerta dell’Arsenal: “sono stato un folle a rifiutarla”

Giorgio Chiellini ha rivelato alcuni retroscena di mercato, tra cui le offerte ricevute da Arsenal e Inter quando ancora giocava con la maglia del Livorno

SportFair

Una carriera legata alla maglia della Juventus, di cui è diventato capitano e bandiera. E pensare che la sua vita avrebbe potuto prendere strade diverse rispetto a quella che lo ha condotto a Torino, se solo avesse accettato la pazzesca offerta dell’Arsenal arrivata quando aveva solo 16 anni. Un curioso aneddoto che Chiellini ha raccontato al mensile francese ‘So Foot’, di cui ‘Il Corriere di Torino’ ha riportato ampie anticipazioni.

Offerte di mercato

Foto di EPA/Sergey Dolzhenko / Ansa

Dall’Arsenal all’Inter, Chiellini ha rifiutato entrambe queste offerte quando ancora frequentava il liceo: “con il senno di poi, sono stato un folle a declinare l’offerta dell’Arsenal. Avevo 16 anni, giocavo in C, mi arrivò una proposta enorme da poco meno di 200 milioni di lire a stagione. Non mi sentivo pronto. Accettare, poi, mi avrebbe dato l’impressione di tradire il Livorno. L’Inter? Un anno mi chiamarono il 31 gennaio alle ore 18 per dirmi: ‘Devi firmare per l’Inter’. Rifiutai. Stavo facendo quarta liceo, non volevo andare da nessuna parte”.

I duelli con Ibrahimovic

Foto di Giorgio Benvenuti / Ansa

Giorgio Chiellini poi si è soffermato sulle sfide con Ibrahimovic, considerato il miglior nemico della sua carriera: “stimo molto Zlatan, ci rispettiamo. Eravamo compagni di squadra, nella mia prima stagione alla Juve. Mai avuto paura di affrontarlo, mai fatto un passo indietro di fronte a lui. Aveva già una forza fisica fuori dal comune. Dopodiché è diventato il ‘nemico assoluto’, quando è passato all’Inter, poi semplice ‘avversario’ al Milan o in Nazionale. Il migliore nemico della mia carriera è Ibrahimovic, senza dubbio”.