Odissea Bayern Monaco, la partenza per il Qatar slitta: la squadra dorme sull’aereo fermo in pista

Una vera e propria odissea per il Bayern Monaco, che ha dovuto trascorrere la notte su un aereo fermo sulla pista dell'aeroporto di Berlino

SportFair

Una storia assurda quella che ha visto il Bayern Monaco protagonista la scorsa notte, subito dopo il match vinto contro l’Hertha Berlino.

Foto di EPA/Boris Streubel / Ansa

La squadra bavarese avrebbe dovuto partire immediatamente dopo la gara con destinazione Qatar, dove è in corso di svolgimento il Mondiale per Club. La partenza, inizialmente fissata alle 23:15, è però slittata per via delle operazioni di scongelamento dell’aereo, durate oltre venti minuti. Per poter decollare però alle 23:59 sarebbe servito l’ok del Land del Brandeburgo, considerando lo stop alle partenze notturne in vigore fino alle 5 di mattina.

Niente via libera

Foto di EPA/Boris Streubel / Ansa

Nonostante le lunghe trattative, il via libera del Land del Brandeburgo non è arrivato, così il Bayern Monaco è rimasto all’interno dell’aereo fino al momento della partenza, avvenuta alle 6:50 del mattino. Sfortunatamente però, l’aereo ha dovuto fermarsi anche a Monaco di Baviera per il cambio turno dell’equipaggio, una beffa oltre al danno già subito. Una situazione che ha fatto infuriare Rummenigge, che ha promesso battaglia: “ci sentiamo totalmente ingannati dalle autorità politiche responsabili del Brandeburgo. Chi comanda non si rende neanche conto del danno che ha fatto alla nostra squadra“.