Cosa ci ha lasciato la 24ª giornata di Serie A…

La 24ª giornata di Serie A certifica la supremazia dell'Inter che resta in testa a +4 sul Milan, abile a rilanciarsi vincendo lo scontro diretto con la Roma

Un’Inter saldamente al comando e un Milan che non molla, una Juventus che arranca e un’Atalanta che non smette di stupire.

Antonio Conte
Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Questi e altri sono gli spunti della 24ª giornata di Serie A, che non può non avere in copertina la squadra di Antonio Conte, abile a schiantare a San Siro un Genoa reduce da una striscia positiva di sette partite. Troppo superiore l’Inter rispetto ai liguri, che cadono dopo mezzo minuto per il gol di Lukaku, subendo poi l’uno-due definito nel secondo tempo. Quinta vittoria consecutiva per i nerazzurri, che mantengono quattro punti di vantaggio su un Milan tornato grande a Roma.

Il Milan non molla

Milan
Foto di Giuseppe Lami / Ansa

Archiviate le due pesanti sconfitte contro Spezia e Inter, il Milan torna a fare la voce grossa vincendo all’Olimpico contro la Roma. I rossoneri soffrono ma portano a casa i tre punti grazie a Kessié e Rebic, rimanendo in scia dell’Inter e allungando sul terzo posto, distante adesso sei punti ma con una partita in più rispetto alla Juventus. Una risposta forte e chiara quella dei rossoneri, che mettono a tacere le critiche ricevute dopo le ultime deludenti settimane. Sprofonda invece la Roma che continua a non vincere uno scontro diretto, scivolando al quinto posto in classifica alle spalle anche dell’Atalanta, corsara a Genova contro la Sampdoria.

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto la Juventus? L’orchestra del maestro Pirlo continua a stonare

La lotta per la Champions

Pirlo
Foto di Filippo Venezia / Ansa

Il quarto posto, l’ultimo che regala l’accesso in Champions, è adesso dell’Atalanta che si gode la vittoria esterna sulla Sampdoria. Un successo pesantissimo che permette a Gasperini di cancellare le tossine del ko subito contro il Real Madrid e rilanciarsi in classifica, mettendosi alle spalle i giallorossi di Fonseca. Davanti ai nerazzurri c’è invece la Juventus, protagonista di un pari tutt’altro che soddisfacente ottenuto a Verona contro l’Hellas. I bianconeri continuano ad arrancare e, complici le numerose sconfitte, rischiando di dire addio alla corsa scudetto. Sono dieci i punti di distacco dall’Inter, con una partita ancora da recuperare, ma l’inerzia al momento è tutta a favore dei nerazzurri, molto più in forma rispetto alla squadra di Pirlo.

Gattuso
Foto di Paolo Magni / Ansa

In ripresa il Napoli di Gattuso, salito a meno 3 dal quarto posto grazie al successo sul Benevento. La squadra azzurra ha anche la gara contro la Juventus da recuperare, che potrebbe permettere al club di De Laurentiis di agganciare la zona Champions nonostante tutte le vicissitudini patite fino a questo momento. Un lavoro pazzesco quello di Gattuso, che non smette mai di stupire.

Esordio vincente per Semplici

Semplici
Foto di Carmelo Imbesi / Ansa

La 24ª giornata coincide anche con l’esordio di Leonardo Semplici sulla panchina del Cagliari, un debutto vincente che interrompe un digiuno di sedici risultati consecutivi senza vittoria per i sardi, abili a sbarazzarsi 0-2 del Crotone. Un successo che gli permette di avvicinarsi alla zona salvezza, portandosi a meno due dal Torino costretto al riposo dai numerosi casi Covid emersi in settimana. L’Udinese si allontana dalla zona calda battendo la Fiorentina, mentre il Benevento sprofonda a causa del ko subito contro il Napoli.