**Whatsapp: dopo modifiche a privacy è psicosi tra utenti, boom di Telegram** (4)

(Adnkronos) – Ad oggi, comunque, “passare da WhatsApp ad altre piattaforme di messaggistica risulta piuttosto inutile -spiegano- Questo perché la quantità o le tipologie di dati raccolti non sono elementi utili a definire la sicurezza si un servizio di messaggistica istantanea, né a livello informatico, né a livello di privacy, senza contare che abbandonare WhatsApp per altri servizi ma mantenere il proprio account su su Facebook, Twitter, Instagram o altri social, non modifica il bilancio tra dati protetti e dati rilasciati”.