Usa: Morani, ‘Meloni imbarazzante, non voleva portare in Italia la ricetta Trump?’

Roma, 9 gen (Adnkronos) – “L’intervista della Meloni è veramente imbarazzante. Invece di condannare senza se e senza ma la violenza golpista a Capitol Hill, fa una elenco di luoghi comuni beceri utilizzati dalla destra (mancava solo il complotto di Soros e ‘allora il Pd?”) per attaccare la sinistra che a sua detta, (ovviamente è falso) ‘giustificherebbe la violenza quando è di sinistra””. Lo scrive sul suo profilo Facebook la sottosegretaria alla Sviluppo Alessia Morani, del Pd.
“Non è riuscita a pronunciare una sola parola sulle chiare responsabilità politiche di Trump sui gravissimo fatti accaduti negli USA. E questa è la parte davvero preoccupante dell’intervento sul Corriere che deve suscitare una seria riflessione sulla natura della destra da lei rappresentata”, scrive ancora Morani.
“Berlusconi ha usato parole inequivocabili nei confronti di Trump. Se si ha una cultura liberale non può essere altrimenti. La Meloni invece ha prima abbozzato un maldestro tentativo di discesa dal carro di Trump nel passaggio in cui dice di non essere mai stata trumpiana -aggiunge tra l’altro la sottosegretaria-. C’è, però, un piccolo particolare: si è dimenticata che fino a poco tempo fa ‘voleva portare in Italia la ricetta Trump”. Si è dimenticata del suo rapporto con Bannon ex capo stratega di Trump ed ex membro del cda di Cambridge Analitica (ve la ricordate?) fondatore di The Movement (la rete mondiale dei populisti), ospite d’onore alla festa di Fratelli d’Italia nel 2018 e oggi in carcere per riciclaggio. Alla fine, però, la Meloni confessa che ancora lo ‘preferisce”. Incredibilmente lo ‘preferisce”. Ancora. Dopo tutto quello che è accaduto. Meditate gente, meditate”.