Agguato in Perù, calciatore professionista ferito in una sparatoria: morto un ragazzino di 16 anni

Un calciatore professionista, Patricio Arce, è stato ferito in una sparatoria avvenuta in Perù a causa della quale è morto un ragazzino di 16 anni

Grave episodio avvenuto in Perù, dove una banda criminale ha aperto il fuoco contro Patricio Arce, calciatore professionista del Carlos Mannucci, club che milita nella Serie A peruviana.

Il 27enne centrocampista stava allenando tre ragazzi in un parco nella sua nativa Callao, quando un gruppo di malviventi si è avvicinato in auto e ha iniziato ad aprire il fuoco. Arce è stato ferito a petto, spalla e gambe mentre uno dei giovani insieme a lui è rimasto ucciso.

La ricostruzione

Stando a quanto riferito da alcuni testimoni, Arce e i giovani ragazzi erano intenti ad allenarsi quando una macchina gli si è avvicinata iniziando a sparare all’impazzata. Il centrocampista 27enne è riuscito a salvarsi, mentre uno dei ragazzini di 16 anni è rimasto ucciso. Una giovane promessa del Cantolao, club di Callao che milita nella Serie A del Perù. Quindici i bossoli di proiettile trovati sul luogo dell’attentato, con la polizia che sta indagando sull’accaduto per ricostruire la dinamica dei fatti.