Scuola: Azzolina in Cdm, ‘rientro in classe il 7/1, basta chiedere sacrifici a studenti’

Roma, 4 gen. (Adnkronos) – Spostare la riapertura delle scuole più avanti, “non prima del 15 gennaio”, la richiesta in Cdm del capo delegazione dem al governo Dario Franceschini. Fermo il no della ministra alla Scuola Lucia Azzolina e del M5S, sulle barricate a difesa della data del 7 gennaio per il ritorno in aula di scuole superiori e licei. “I contagi non sono imputabili alla scuola, non è quella la fonte dei focolai – avrebbe detto la ministra, raccontano all’Adnkronos alcuni presenti – i nostri ragazzi hanno pagato sin troppo, basta chiedere loro sacrifici”. Intanto la discussione prosegue, il dl sulle misure da adottare dopo l’Epifania non è stato ancora approvato, mentre la ministra e capo delegazione di Iv Teresa Bellanova punta il dito: “al 4 gennaio non sapere ancora se i ragazzi rientreranno a scuola è davvero inaccettabile”.