Scrittori: è morta la poetessa spagnola Guadalupe Grande

Madrid, 3 gen. – (Adnkronos) – La scrittrice spagnola Guadalupe Grande, poetessa, saggista e critica letteraria, è morta ieri a Madrid all’età di 55 anni. La notizia della scomparsa è riportata dal quotidiano madrileno “El Mundo”. Nessun dettaglio è stato fornito per ora sulle cause del decesso. Nata a Madrid il 30 maggio 1965, laureata in antropologia sociale, ed era figlia di due poeti: suo padre era Félix Grande (1937-2014), sua madre Francisca Aguirre (1930-2019).
Guadalupe Grande ha pubblicato una decina libri di poesia, tra i quali “El libro de Lilith”, con cui ha vinto il Premio Rafael Alberti nel 1995, “Renacimiento” (1996), “La llave de niebla” (2003), “Mapas de cera” (2006), “Hotel para erizos” (2010). Il suo libro “Fábula del murciélago” ha ricevuto una menzione al Premio Barcarola nel 1996. I suoi poemi sono inseriti in diverse antologie spagnole e ispano-americane. è stata ospite di numerosi festival di poesia in patria e all’estero: nel 2008, ad esempio, alla Casa della poesia di Baronissi (Salerno), agli Incontri internazionali di poesia di Sarajevo e a Roma.
Lo scrittore spagnolo Manuel Vilas su Twitter ha espresso cordoglio per la scomparsa della poetessa Guadalupe Grande: “Triste notizie per iniziare l’anno. Ero un caro amico di suo padre, Félix Grande. E dirò una cosa che non ho mai rivelato. Felix appare nel mio romanzo ‘Alegría’, ovviamente mimetizzato”.