Non c’è pace per Matteo Salvini, nuova gaffe del leader della Lega: si iscrive a ‘Parler’ prima che venga bannato

Ennesima gaffe di Matteo Salvini, il leader della Lega ha pensato bene di iscriversi a 'Parler' poco prima che la piattaforma venisse bandita dal web

Nemmeno il tempo di annunciarlo sui social, che Matteo Salvini ha subito dopo poche ore l’ennesima doccia gelata.

Il leader della Lega ha fatto in tempo a iscriversi per poche ore a Parler, prima che la piattaforma venisse bandita da Google, Apple e Amazon. Si tratta del network sovranista che racchiude i fan di Donald Trump, sospeso in seguito alla pubblicazione di messaggi di sostegno ai rivoltosi che hanno fatto irruzione al Congresso americano.

LEGGI ANCHE: Salvini con la mascherina di Borsellino, il fratello del giudice è una furia: “mi viene da vomitare”

Il messaggio di Salvini

Salvini
Emanuele Cremaschi/Getty Images

Matteo Salvini ha raggiunto su questa piattaforma il senatore leghista Alberto Bagnai e il giornalista italiano Daniele Capezzone, salutando tutti con questo messaggio: “Amici, da oggi anche su Parler. Happy to be on Parler, love from Italy“. Peccato però che, dopo qualche ora, la piattaforma sia stata bandita da Google, Apple e Amazon per i suoi contenuti inneggianti alla violenza dopo i fatti di Capitol Hill.

Parler

Trump
Drew Angerer/Getty Images

Negli ultimi giorni, il social sovranista Parler aveva ricevuto moltissime adesioni a scapito di Twitter, colpevole di censurare determinati account. La piattaforma che coinvolge i fan Donald Trump dunque è diventata un trampolino per inneggiare alla violenza e preparare nuove rivolte contro Joe Biden, prima che Google, Amazon e Apple intervenissero per mettere fine a questa situazione.