Milan, Saelemaekers e gli insulti di Ibrahimovic: offese e urla che aiutano a vincere

Alexis Saelemaekers ha rivelato come Ibrahimovic durante gli allenamenti a volte risulta essere molto offensivo, ma è un modo per spronarli a fare meglio

E’ senza dubbio una delle sorprese più liete del Milan che sta comandando la Serie A, si tratta di Alexis Saelemaekers ormai diventato un vero e proprio punto fermo per Stefano Pioli.

Saelemaekers
Sabattini/Getty Images

Gli inizi in rossonero non sono stati facili, ma con il passare delle settimane il belga si è ambientato perfettamente, ritagliandosi adesso il suo spazio nello scacchiere rossonero. La figura che più di tutte lo ha aiutato ad ambientarsi è senza dubbio quella di  Zlatan Ibrahimovic, anche se a volte capita che in campo voli qualche parola di troppo. Un bene comunque per Saelemaekers, che ha raccontato il suo rapporto con lo svedese ai microfoni di ‘La Derniere Heure’.

LEGGI ANCHE: Milan, che ceffone da Casillas: “Donnarumma vada in un club più importante”

Gli insulti di Ibrahimovic

Marco Luzzani/Getty Images

Interrogato sul suo modello da seguire, Saelemaekers ha rivelato di essere stato subito attratto da Zlatan Ibrahimovic: “il mio modello è Zlatan Ibrahimovic, a 39 anni viene a Milanello tutti i giorni, lavora come un matto ed è lui che ci vince le partite nei fine settimana. Questo è un esempio, anche se a volte è un po’ offensivo. Siamo una squadra che non è abituata a essere in cima alla classifica negli ultimi anni. Avere qualcuno che sa tutto questo è importante. Se urla, vuol dire che c’è un motivo. Stai zitto e ascoltalo. È una leggenda e sa di cosa sta parlando“.