Rissa tra Ibrahimovic e Lukaku, spunta la frase che ha fatto infuriare il belga: riguarda un rito… voodoo

La rissa tra Ibrahimovic e Lukaku è avvenuta per una frase che lo svedese ha detto all'attaccante dell'Inter, riguardante un rito voodoo

La rissa tra Ibrahimovic e Lukaku nel primo tempo di Inter-Milan ha infiammato il match, diventato immediatamente difficile da gestire per l’arbitro Paolo Valeri.

Marco Luzzani/Getty Images

A scatenare la reazione del belga è stata la frase dell’attaccante rossonero, che si è rivolto al suo avversario dicendogli: “torna alle tue cagate voodoo, piccolo asino“. Una frase che ha mandato su tutte le furie Lukaku che, uscendo dal campo, ha replicato: “stai parlando di mia madre? Stai parlando di mia madre? Figlio di puttana…”.

La spiegazione

Marco Luzzani/Getty Images

La rissa tra Ibrahimovic e Lukaku dunque si è scatenata per quella frase dello svedese, ma perché il belga si è scaldato così tanto? La risposta va ricercata nelle parole di Farhad Moshiri, proprietario anglo-iraniano dell’Everton, che qualche anno fa aveva rivelato un episodio curioso accaduto quando Lukaku si trasferì al Chelsea: “voleva giocare per il Chelsea in quel momento, noi gli abbiamo offerto un accordo migliore e il suo agente è venuto a Finch Farm per firmare il contratto. Il nostro amministratore delegato era lì, tutto era a posto, c’erano alcuni giornalisti fuori, poi durante la riunione Rom ha chiamato sua madre. Ha detto che era in pellegrinaggio in Africa o da qualche parte e aveva un voodoo e ha ricevuto il messaggio che doveva andare al Chelsea“.