Scandalo a luci rosse nella famiglia reale britannica, arrestato il cugino della Regina Elisabetta

La Regina Elisabetta deve fare i conti con uno scandalo sessuale che ha coinvolto Simon Bowes-Lyon, suo pronipote e cugino di terzo grado

Brutte notizie per la famiglia reale britannica, la Regina Elisabetta deve fare i conti con l’arresto di Simon Bowes-Lyon, pronipote e cugino di terzo grado.

Regina Elisabetta
WPA Pool/Getty Images

Il 34enne è stato fermato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una donna, abusata in una delle stanze del castello scozzese di Glamis. I fatti risalgono al 2020 durante una festa, quando Simon Bowes-Lyon si è intrufolato nella camera da letto della vittima e, dopo averla spinta contro il muro, l’ha prima palpata e poi provato a violentarla senza successo.

LEGGI ANCHE: La Regina Elisabetta e Pelé sono morti, ma si tratta di un errore di una radio francese

L’ammissione

Regina Elisabetta
WPA Pool/Getty Images

Simon Bowes-Lyon è stato poi costretto a presentarsi davanti ad un giudice nella città scozzese di Dundee, dove ha ammesso l’aggressione e chiesto scusa per il suo vergognoso comportamento. Il conte è stato messo in libertà su cauzione, ma rischia una condanna di cinque anni. Una situazione pesantissima per Simon Bowes-Lyon, a cui la Regina Elisabetta potrebbe togliere il titolo di Lord Glamis, avuto nel 2016 dal padre Michael, uno dei cugini più amati dalla Regina.