**Recovery: Zingaretti, ‘governo ha fatto bene a correggerlo’**

Roma, 11 gen. (Adnkronos) – Il ritorno alla didattica in presenza “per tutti è fondamentale e tutti soffriamo dello shock che il virus ha prodotto nelle nostre vite. Il costo economico e sociale è e sarà drammatico, e lo pagheranno soprattutto i giovani: pagheranno di più i debiti che stiamo facendo, la fragilità del mercato del lavoro e, se non ci sbrighiamo a partire con la ricostruzione, pagheranno di più l’arretratezza strutturale al quale il nostro Paese sarà condannato. Su questo bene ha fatto il Governo a correggere il piano Recovery aumentando e di molto gli investimenti che hanno un impatto sulle nuove generazioni”. Lo scrive in una nota il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
“Per la ripresa dunque, soprattutto per i giovani, è di fondamentale importanza uscire al più presto dal tunnel. Questo si fa in due modi: contenendo la curva del contagio che potrebbe assumere come in molti Paesi dimensioni inimmaginabili e uccidere migliaia di esseri umani, e proseguendo la campagna vaccinale. Ad oggi siamo quasi a 80.000 morti. La scienza sta facendo miracoli, ma la quantità di dosi prodotte in questo momento ci deve far parlare ancora di mesi di duro lavoro e non di settimane”, rimarca il segretario dem.