**Recovery: incentivi per imprese che investono in digitale comprese aziende editoriali**

Roma, 11 gen. (Adnkronos) – La seconda componente della prima missione del Recovery plan, secondo la bozza inviata dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ai ministri e ai partiti della maggioranza, “riguarda l’innovazione e la digitalizzazione delle imprese (Transizione 4.0), ivi comprese quelle del comparto editoria e della filiera della stampa, la realizzazione di reti ultraveloci in fibra ottica, 5G ed investimenti per il monitoraggio satellitare. In quest’ottica, gli incentivi fiscali inseriti nel Pnrr sono riservati alle imprese che investono in beni strumentali, materiali ed immateriali, necessari ad un’effettiva trasformazione digitale dei processi produttivi, nonché alle attività di ricerca e sviluppo connesse a questi investimenti”.