Recovery: bozza, riforme per cambiare volto Italia, PA, giustizia, fisco e lavoro (2)

(Adnkronos) – E ancora, “un altro tassello necessario per accompagnare le misure del PNRR è costituito dalla riforma di alcune componenti del sistema tributario italiano, in particolare l’Irpef, per renderlo più equo, semplice ed efficiente. Il Governo è già intervenuto, da ultimo con la Legge di Bilancio 2021, per ridurre il cuneo fiscale sul lavoro. Il passo successivo sarà una revisione complessiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche nel segno dell’equità e della progressività, accompagnata da una costante azione di lotta all’evasione e incentivazione della tax compliance”.
“La riforma sarà finalizzata ad una riduzione delle aliquote effettive sui redditi da lavoro, dipendente ed autonomo, in particolare per i contribuenti con reddito basso e medio-basso, in modo da aumentare il tasso di occupazione, ridurre il lavoro sommerso e incentivare l’occupazione delle donne e dei giovani. Unita alla revisione del sistema della fiscalità ambientale e dei Sussidi Ambientalmente Dannosi, e all’introduzione dell’assegno universale, la riforma renderà il sistema fiscale italiano più in linea con gli obiettivi indicati nelle Country specific recommendations rivolte alla nostro paese dall’Unione Europea”.
“Continuerà infine il processo di digitalizzazione delle certificazioni tributarie ‘ fatture elettroniche e ‘scontrini” telematici ‘ accompagnato da iniziative di gamification e di servizi ai contribuenti che favoriscono da un lato la compliance spontanea e dall’ altro la capacità di controllo dell’amministrazione finanziaria”.