**Recovery: bozza piano, da telemedicina a territorio, ecco i 19,7 mld per Sanità**

Roma, 7 gen. (Adnkronos) – Un balzo in avanti di oltre 10 miliardi, dai 9 previsti nella bozza iniziale a 19,7 miliardi dell’ultimo testo. Il Recovery plan a cui lavora il governo rimpingua i fondi per il Sistema sanitario nazionale, destinando 7,9 miliardi -di cui 400 milioni proveniente dal ReactEu- all”Assistenza di prossimità e telemedicina’, e 11,8 miliardi (1,3 di ReactEu) al capitolo ‘Innovazione dell’assistenza sanitaria’.
“La prima componente, ‘Assistenza di prossimità e telemedicina’, incrementata di quasi tre miliardi – si legge nel testo di sintesi inviato alle forze di maggioranza – è finalizzata a potenziare e riorientare il Ssn verso un modello incentrato sui territori e sulle reti di assistenza socio-sanitaria; a superare la frammentazione e il divario strutturale tra i diversi sistemi sanitari regionali garantendo omogeneità nell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza – ‘LEA’; a potenziare la prevenzione e l’assistenza territoriale, migliorando la capacità di integrare servizi ospedalieri, servizi sanitari locali e servizi sociali. Si vuole anche sviluppare un modello di sanità pubblica ecologica e un sistema di sorveglianza della sanità pubblica veterinaria e sicurezza degli alimenti, in grado di preservare la salute dei cittadini a partire dalla salute dell’ambiente mitigando l’impatto dei fattori inquinanti. Lo stanziamento totale per questa componente è di 7,5 miliardi, a cui si aggiungono 400 milioni di ReactEu”.