Recovery: bozza, impatto su Pil, crescita 3% nel 2026 (2)

(Adnkronos) – “Gli investimenti del Pnrr – si legge nella bozza – saranno accompagnati da riforme e misure di politica economica che coinvolgeranno numerosi ambiti del tessuto socio-economico. Le azioni di riforma saranno sinergiche e interagiranno con gli investimenti pubblici”.
“Ad esempio, con riferimento alle tre riforme di contesto individuate nel Piano, Pubblica Amministrazione, Giustizia e Fisco, le simulazioni effettuate con modelli già in uso al Mef indicano che l’impatto sul Pil nel medio periodo (orizzonte a cinque anni) potrebbe essere ampiamente superiore di un punto percentuale”.
“Una riforma del Lavoro che portasse ad un netto aumento del tasso di partecipazione di tutte le categorie di lavoratori, ad un miglioramento qualitativo delle competenze e a una riduzione delle frizioni presenti nel mercato del lavoro, accrescerebbe il Pil di almeno un ulteriore punto percentuale”.