MotoGp, il terribile pensiero di Pol Espargarò: “ho paura che mia figlia resti senza il padre”

Pol Espargarò ha parlato dell'arrivo della figlia, sottolineando come adesso la pericolosità del suo lavoro lo spaventi maggiormente

La vita di Pol Espargarò è cambiata molto negli ultimi mesi, sia dal punto di vista personale che sportivo. Il pilota spagnolo è diventato papà ed è diventato un pilota della Honda HRC, due bellissime notizie che lo hanno notevolmente cambiato.

Pol Espargaro
Mirco Lazzari gp/Getty Images

L’ex KTM ha espresso la sua gioia ai microfoni di TV3, rivelando come l’arrivo della figlia lo abbia spinto a fare nuove valutazioni sul suo lavoro: “si tratta di una vera avventura, quando è nata mia figlia mi sentivo nel pieno panico. Mi chiedevo se lei respirasse, mi sono messo a piangere dopo averla presa in braccio. La mia idea di amore è cambiata, adesso mi rendo conto di quanto sia pericoloso il mio lavoro, non mi sento come quando avevo 11 anni”.

La paura di Pol Espargarò

Pol Espargaro
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il pilota della Honda ha poi rivelato di aver adesso molta paura di lasciare sola sua figlia: “sono genitore e ho molta più paura, perché se mi dovesse succedere qualcosa, mia figlia non avrà più un papà. Per esempio, il mio incidente di Brno. Se mi fosse capitato con 5 anni in più di età, chissà, magari avrei rischiato di rimanere in sedia a rotelle. Ogni tanto le disgrazie accadono”.