Petrolio: vertice Opec + si aggiorna a domani

Roma, 4 gen. (Adnkronos/Dpa) – Il vertice Opec + che si è riunito oggi per valutare la situazione del mercato petrolifero dopo le decisioni di dicembre e decidere sulla strategia da adottare a febbraio si aggiorna a domani alle 15.30. I paesi produttori sono divisi sulla strategia da adottare: ci sono i paesi favorevoli a un ulteriore incremento della produzione di greggio di 500 mila barili al giorno a febbraio e chi invece, come l’Arabia Saudita, privilegia lo status quo.
L’Arabia Saudita oggi ha messo in guardia contro il rischio che comporterebbe un aumento della produzione di petrolio a febbraio a fronte dell’attuale andamento del prezzo del greggio. Secondo il ministro dell’Energia Saudita Abdulaziz bin Salman al Saud ha sottolineato che i membri dell’organizzazione e i suoi partner dovrebbero resistere alla tentazione di un ulteriore aumento della produzione nonostante i prezzi siano leggermente aumentati. La domanda di petrolio è ancora debole e fragile in alcune aree.
Secondo quanto ha riferito l’agenzia di stampa russa Tass la Russia, invece, è favorevole ad un aumento della produzione a febbraio per ulteriori 500.000 barili al giorno (come è stato deciso per gennaio). Il ministro dell’Energia russo Alexander Novak ha affermato che il mercato si riprenderà nel 2021 e che i normali livelli di produzione dovrebbero riprendere il prima possibile.