MotoGp, nuove scintille Ducati-Honda: Ciabatti rifila una frecciata velenosa ai giapponesi

Paolo Ciabatti ha rifilato una stoccata abbastanza pesante alla Honda, sottolineando come abbia sofferto enormemente la mancanza di Marc Marquez

Nuove scintille sull’asse Honda-Ducati, stavolta è il team di Borgo Panigale ad accendere la miccia con Paolo Ciabatti.

Marc Marquez
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il direttore sportivo della scuderia italiana ha rifilato una frecciatina velenosa alla Casa giapponese, costretta a soffrire enormemente per l’assenza di Marc Marquez: “quando si fa riferimento a Marc Marquez si parla di un pilota eccezionale” le parole di Ciabatti a Speedweek. “Non voglio deludere nessuno alla Honda, ma credo che la stagione 2020 abbia dimostrato che Marc Márquez abbia fatto una grande differenza. non si può negare che Marc sia stato la figura chiave della Honda negli ultimi sei o sette anni”.

LEGGI ANCHE: MotoGp, Petrucci attacca la Ducati e Dovizioso: “hanno la memoria corta”

Mea culpa

Mirco Lazzari gp/Getty Images

Paolo Ciabatti poi si è soffermato sulle responsabilità della Ducati nella stagione 2020: “per come è costruita la nostra moto, forse abbiamo sofferto un po’ di più per i nuovi pneumatici posteriori rispetto ai nostri rivali, soprattutto le case con motori in linea come Yamaha e Suzuki. Ma non voglio sminuire le loro prestazioni, perché hanno fatto un ottimo lavoro. Ci mancava solo il tempo di sviluppare sufficientemente le nostre nuove idee nelle prove, di testarle e solo allora di portarle alle gare. Quando abbiamo fatto le prime gare a Jerez, i nostri piloti non erano più stati in sella dai test in Qatar, cinque mesi prima. Inoltre, i nostri ingegneri erano stati tenuti lontani dalla nostra sede centrale per settimane a causa dell’isolamento”.