Mafia: sindaco Palermo, ‘Rinnovare impegno perché non sia vuoto rituale’

Palermo, 6 gen. (Adnkronos) – “Oggi è un’occasione per confermare la gratitudine per il Presidente della Regione Piersanti Mattarella da parte di tutta la città. Un omaggio floreale a nome di tanti amici e collaboratori che hanno creduto possibile liberare, come abbiamo liberato, Palermo dal governo di un sistema di potere e affaristico-mafioso che controllava la città. E un’occasione per confermare l’impegno di non consentire che torni la mafia. Che non torni la mafia che aveva il volto di grandi e piccoli imprenditori collusi, di uomini di Chiesa collusi, di sindaci collusi, di società civile collusa. Credo che se questo impegno non viene rinnovato, essere qui è soltanto un vuoto rito che si ripete ogni anno”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando partecipando alla commemorazione del Presidente della Regione Piersanti Mattarella ucciso il 6 gennaio del 1980.
Il sindaco, oltre ad una corona di fiori a nome dell’amministrazione comunale, ha deposto a titolo privato un mazzo di fiori a nome “degli amici e collaboratori” del Presidente ucciso che oggi, per le norme di prevenzione del Covid-19, non hanno potuto prendere parte alla commemorazione.