Le Atlanta Dream ripudiano la proprietà, LeBron James si tuffa nella WNBA

Le Atlanta Dream si sono schierate apertamente contro la proprietaria Leoffler dopo le elezioni in Georgia, adesso LeBron James vuole comprare la squadra

Ha fatto molto scalpore l’elezione al senato del democratico Raphael Warnock, capace di diventare il primo senatore afroamericano di sempre in Georgia, considerato storicamente uno stato conservatore. Una notizia importante non solo a livello politico, ma anche dal punto di vista sportivo in particolare per la WNBA, dal momento che a perdere è stata Kelly Leoffler, senatrice uscente per il Partito Repubblicano e co-proprietaria della squadra della città ‘Atlanta Dream‘.

LEGGI ANCHE: Scandalo negli USA presunto flirt tra Bronny James e l’ex moglie di Pippen

La presa di posizione delle giocatrici

Kelly Leoffler ha sempre espresso la propria avversione al movimento Black Lives Matter, colpevole di aver chiesto la rimozione di Gesù dalle chiese e causa della distruzione della struttura familiare. Posizioni forti che hanno spinto le giocatrici dell’Atlanta Dream a scendere in campo contro la proprietà, sostenendo la candidatura di Warnock e chiedendo la sua rimozione dalla lega. Gesto estremo e forte che ha permesso a Warnock di trionfare, dandogli quella esposizione mediatica fondamentale per venire eletto al senato.

Il ruolo di LeBron James

LeBron James
Foto getty / Pool

Considerando la frattura tra le Atlanta Dream e la proprietaria, LeBron James è intervenuto sui social per rivelare le sue intenzioni di acquistare la franchigia di WNBA insieme ad altre persone. Il Prescelto ha collaborato con le giocatrici per aiutare l’elezione di Warnock e adesso vuole intervenire per acquisire la squadra, liberandola dalla Leoffler. “Sto pensando di mettere assieme un gruppo per prendere le Dream” il tweet di James. “Chi ci sta? #BlackVotesMatter”.