Risse, arbitri ko e il gol di Eriksen: l’Inter batte il Milan in un derby folle e vola in semifinale

Succede di tutto nel corso di Inter-Milan, dalla rissa tra Ibrahimovic e Lukaku fino all'infortunio dell'arbitro Valeri: alla fine vincono i nerazzurri con la punizione di Eriksen

Un derby folle, novanta minuti pazzeschi in cui Inter e Milan se le danno di santa ragione.

Marco Luzzani/Getty Images

La rissa tra Ibrahimovic e Lukaku, l’infortunio dell’arbitro Valeri e infine la punizione di Eriksen che regala ai nerazzurri la semifinale di Coppa Italia dopo dieci minuti di recupero. Una beffa per Pioli, una goduria invece per Conte che ringrazia l’uomo più discusso della sua gestione e vola in semifinale, dove troverà la vincente di Juventus-Spal.

Ibra gol e rosso

Marco Luzzani/Getty Images

Primo tempo nel segno di Zlatan Ibrahimovic, che prima realizza il gol dell’1-0 a favore del Milan e poi si rende protagonista di una clamorosa rissa con Romelu Lukaku. I due non se le mandano a dire e si beccano il giallo, che per lo svedese diventa rosso poi a inizio ripresa per un fallo da dietro su Kolarov. Una botta durissima per la squadra di Pioli, che arretra pericolosamente nella sua metà campo, concedendo spazio e gioco all’Inter. Prima il rigore di Lukaku e poi la punizione di Eriksen fanno il resto, regalando la semifinale di Coppa Italia ai nerazzurri.

Redivivo Eriksen

Marco Luzzani/Getty Images

Nel momento decisivo, Christian Eriksen risponde finalmente presente, segnando il gol più importante finora della sua esperienza all’Inter. Il danese indovina la punizione giusta dal limite dell’area al decimo minuto di recupero e fa esplodere i nerazzurri, permettendo alla propria squadra di accedere alla semifinale di Coppa Italia. Un cambio azzeccato quello di Conte, che spera finalmente di aver trovato il vero Eriksen.