Governo: Fioroni, ‘né avventure né galleggiamenti’

Roma, 11 gen. (Adnkronos) – “Gli italiani devono essere enormemente grati al Capo dello Stato per ciò che rappresenta quanto a stabilità e certezze. Credo parli a tutti nelle diverse responsabilità che hanno. Il Recovery è una straordinaria opportunità che l’Italia non può permettersi di perdere, come anche il Paese non può assolutamente perdere del tempo per attuare quel piano”. Lo dice Beppe Fioroni a Formiche.net. “Sarebbe folle che qualcuno pensasse oggi di mettere dinanzi agli interessi degli italiani i propri calcoli di parte”.
Ma “il premier deve saper generare l’impulso necessario a realizzare la feconda operosità al servizio dei bisogni del Paese”. Quanto al voto anticipato osserva: “In passato chi ha corso, rendendosi colpevole delle elezioni anticipate e impedendo così al governo di lavorare, non ha mai incontrato i favori degli italiani. Se qualcuno, all’interno di questa terribile pandemia, dovesse assumersi tale responsabilità non sarebbe capito dagli italiani. Una cosa è certa: il gioco di chi dice che se dovesse sfasciarsi tutto, un altro governo si farebbe comunque, è un gioco che non rispetta le istituzioni. Esperienze avventuristiche o galleggiamenti non sono di certo ciò che serve all’Italia: sarebbe l’esatta dimostrazione dell’irresponsabilità”.
Quanto alla scuola: “Questo braccio di ferro è diventato stucchevole e insopportabile. La scuola, come ripetevo quando ero ministro, non è né di sinistra, né di destra, né di centro ma è di tutti gli italiani. E come tale va trattata. Quindi non merita la contrapposizione tra le parti in causa. La priorità è una: si aprirà in presenza quando si sarà nella condizione di garantire agli studenti il massimo della sicurezza”.