**Governo: documento Renzi a Bettini, questioni aperte da fisco a Mes e garantismo** (2)

(Adnkronos) – Questi i 30 punti posti da Renzi nella nota a Bettini. Un documento comunque articolato, perchè per ogni ‘titolo’ vengono poste un serie di domande. Si parte dal tema del “Lavoro. Reddito di cittadinanza, navigator, futuro di Anpal, gestione di Inps, decontribuzione e modifiche JobsAct: qual è la strategia? Quella dell’intervista di Catalfo al Corriere? Quale strategia quando saranno sbloccati i licenziamenti”.
Poi il “rapporto investimenti / Bonus (compreso il superbonus 110%). Il ruolo delle infrastrutture. Una scommessa keynesiana sullo sblocco dei cantieri. Il piano finale su chi fa cosa e quando. I temi di cui discutere dall’Alta Velocità al Ponte sullo stretto fino alle piccole opere già cantierabili su cui sbloccare i comuni che sono pronti a spendere ma sono frenati dalla burocrazia. Porti e Aeroporti. Alitalia. Il ruolo dei sindaci”.
Quindi, ” Autostrade, revoca, rapporto con Atlantia e con i fondi internazionali. Una decisione definitiva capace di reggere alla prova del diritto, non di facebook: basta populismo”. Il punto 4 è “il ruolo strategico della CpP. La vision prima che le nomine. Quanto deve entrare nelle aziende?”. Ancora il punto 5 riguarda il tema del risparmio italiano, il 6 la “politica industriale. Opportunità e problemi dell’automotive dopo la nascita di Stellantis. E segnatamente la filiera dell’acciaio: quale orizzonte, da Brescia a Taranto? Le grandi aziende. Il rilancio delle PMI. Come scommettere sulle piccole realtà. Quale futuro per il 4.0 voluto dai nostri governi e rilanciato in modo non organico adesso”.