Governo: Berlusconi, ‘fate presto, Fi? offre collaborazione ma no in esecutivo’

Roma, 11 gen. (Adnkronos) – “In tutta sincerità, non sono così convinto che questo governo cada, ma se cadrà la cosa più probabile mi sembra un altro esecutivo nell’ambito della stessa maggioranza”. Lo dice Silvio Berlusconi a Il Giornale.
“Questa volta sono io a dire fate presto (…). Trovo francamente avvilente che, mentre la pandemia miete vittime ogni giorno, l’economia è in ginocchio, il Paese bloccato, c’è una campagna vaccinale di proporzioni mai viste da organizzare, bisogna predisporre un piano credibile per l’utilizzo del Recovery Fund, la politica italiana sia concentrata su manovre parlamentari, tattiche di palazzo, discussioni interne ai partiti della maggioranza”, dice Berlusconi ricordando la proposta di Recovery presentata da FI, “noi abbiamo offerto la nostra collaborazione senza condizioni e senza voler essere in alcun modo coinvolti nell’attività di governo”.
“La via d’uscita più lineare sarebbe naturalmente quella di ridare la parola agli italiani. Temo che l’emergenza Covid la renda problematica”. Non teme le urne? La rappresentanza parlamentare di Forza Italia potrebbe essere parecchio ridimensionata… “E perché dovrei temerle? Le rappresentanze di tutti i partiti saranno ridimensionate, per effetto della riduzione del numero dei parlamentari. Ma sul risultato di Forza Italia sono tranquillo. Nei collegi il centro-destra è vincente quasi ovunque e Forza Italia è in crescita continua. Il nostro obbiettivo è tornare ad essere il partito-guida del centro-destra”.