Fisco: Gelmini, ‘da governo buone intenzioni non credibili’

Roma, 11 gen. (Adnkronos) – ‘Il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, audito dalla commissione Finanze della Camera, ha ricordato che, essendo terminata la sospensione dell’invio dal primo gennaio, questa infausta attività è ripresa. è evidente che non è una sua responsabilità e che il mancato invio sarebbe stato perfino sanzionabile, ma è altrettanto evidente che un governo serio avrebbe utilizzato uno dei tanti decreti di fine anno (da ultimo il Milleproroghe) per evitare ai contribuenti l’assedio di 50 milioni di atti. A quel punto sarebbe stato serio e credibile discutere di rottamazioni o saldo e stralcio, o, meglio ancora, come chiede da tempo Forza Italia, di pace fiscale. Così le teoriche buone intenzioni annunciate da alcuni esponenti dell’esecutivo, non sono credibili”. Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Fi alla Camera.