Coronavirus, la festa di compleanno per il gatto si trasforma in un focolaio: 15 persone contagiate

Un uomo ha organizzato la festa di compleanno per il suo gatto, ma il party si è trasformato in un focolaio di Coronavirus con 15 persone contagiate

La festa di compleanno del gatto si è trasformata in un focolaio di Coronavirus in Cile, ben 15 le persone contagiate e altre finite in quarantena a causa della positività del padrone del felino.

Coronavirus
Ian Forsyth/Getty Images

Quest’ultimo infatti ha trasmesso il virus a dieci persone, le quali poi hanno a loro volta ne hanno contagiate altre 5 per un totale appunto di 15. L’episodio tanto grottesco quanto grave si è verificato in Cile, precisamente nella regione di Valparaíso, in piena pandemia Covid. La conferma dell’episodio è avvenuta tramite il responsabile della Sanità di Valparaíso, Francisco Álvarez, intervenuto a Radio Bio Bio: “anche se sembra incredibile, queste cose accadono davvero nel nostro paese ed è avvenuto in piena crisi“.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il bollettino del 21 gennaio

La ricostruzione

coronavirus
Mario Tama/Getty Images

L’episodio è accaduto alcuni mesi fa in piena pandemia, ma è stato rivelato solo in queste ore. Il focolaio si è verificato all’interno di una festa di compleanno organizzata per il gatto, una sorta di scusa per festeggiare insieme e ritrovarsi tra amici dopo un lungo periodo di lockdown. Peccato però che il party si sia trasformato in un focolaio, con 15 persone contagiate a causa della positività del padrone del felino. “Il gatto non ha mai avuto il virus – le parole del responsabile della Sanità di Valparaíso – l‘organizzatore del compleanno, il suo proprietario, era il caso indice. Senza dubbio le persone per incontrarsi inventano delle scuse per farlo ed è accaduto anche in questo caso“.