Il debutto su una macchina di F1 e poi l’addio: la Ferrari saluta uno dei suoi ‘figli d’arte’

La Ferrari ha concesso a Giuliano Alesi di girare a Fiorano con la SF71-H, prima di chiudere il rapporto di collaborazione durato alcuni anni

E’ cominciata ufficialmente la nuova stagione per la Ferrari, che ieri ha dato il via a cinque giorni di test sulla pista di Fiorano, da svolgere con la SF71-H.

Nella giornata di lunedì è toccato ai giovani dell’Academy girare sul tracciato di proprietà della scuderia di Maranello, un premio soprattutto per Giuliano Alesi, dal momento che il suo debutto su una monoposto di F1 è coinciso con l’addio alla Ferrari. Il 22enne ha guidato con la ‘Rossa‘ numero 28 come il padre, a distanza di 30 anni da quando proprio Jean Alesi divenne per la prima volta pilota Ferrari.

L’addio di Giuliano Alesi

Giuliano Alesi lascerà la Ferrari per dedicarsi a un programma di gare in Asia, ma prima dell’addio ha coronato il sogno di guidare una macchina di Formula 1: “vorrei ringraziare la Ferrari e la FDA per questa fantastica opportunità. Essere in grado di entrare nell’abitacolo della SF71H è stato incredibilmente emozionante, così come lo è stato guidare l’auto in pista con mio padre che mi guardava con il suo stesso numero di gara. Questo test è stato il miglior modo possibile per me di dire addio alla Ferrari. Ora una nuova avventura mi aspetta in Asia e non vedo l’ora che inizi“.