Ferrari 812 Superfast, i segreti del mostro da 300mila euro distrutto dall’autolavaggio di Marchetti [GALLERY]

Alla scoperta dei segreti e delle caratteristiche della Ferrari 812 Superfast, l'auto di Federico Marchetti distrutta dall'addetto all'autolavaggio

/

Federico Marchetti ha dovuto dire addio nella giornata di ieri alla sua Ferrari 812 Superfast, andata completamente distrutta in seguito ad un incidente che ha visto protagonista l’addetto all’autolavaggio a cui l’aveva portata. Il signore in questione, nel riportare l’auto al portiere del Genoa, ha perso il controllo ed è andato a sbattere contro cinque macchine parcheggiate, annientando la parte anteriore della Ferrari. Un colpo al cuore per Marchetti, che sui social poi ha sottolineato di essere sollevato per il fatto che nessuno si sia fatto male. Ma quali sono le caratteristiche della Ferrari 812 Superfast? Andiamole a scoprire.

La Ferrari 812 Superfast

La ricerca e lo sviluppo volti a sfruttare tutto il know-how derivato dalle competizioni hanno dato vita alla 812 Superfast, destinata a offrire sia le migliori performance in assoluto sia la guidabilità più coinvolgente e appagante possibile. Con i suoi 800 CV, 60 in più rispetto alla F12berlinetta, la 812 Superfast diventa la Ferrari stradale più potente e prestazionale di sempre (ad eccezione ovviamente delle serie speciali in serie limitata che montano però il V12 posteriore). La 812 Superfast apre dunque una nuova era nella storia delle 12 cilindri di Maranello, forte dell’eredità preziosa ricevuta dalle F12berlinetta ed F12tdf. Per sfruttare nel migliore dei modi tutta la potenza e bilanciare perfettamente i pesi è progettata attorno ad una architettura transaxle estremamente evoluta, che prevede il motore anteriore abbinato al cambio in posizione posteriore. E il prezzo? Il valore della Ferrari 812 Superfast è di poco superiore ai 300mila euro, ma con i vari optional la cifra può anche lievitare.

Il motore

I risultati del processo di sviluppo hanno consentito di raggiungere la
potenza di 800 cv a 8.500 giri/minuto, che costituisce il nuovo riferimento massimo per la gamma Ferrari, e una potenza specifica di
123 cv/l, mai raggiunta su motori montati anteriormente su vetture di serie. La coppia massima è di 718 Nm @ 7.000 giri/minuto, valore mai
raggiunto in precedenza su un motore Ferrari aspirato per l’omologazione stradale. L’80% della coppia massima è già disponibile
ai 3.500 giri/minuto, a totale vantaggio della guidabilità e dell’accelerazione in ripresa fin dai bassi regimi. La forma della curva
di potenza, sempre crescente fino al regime di potenza massima di
8.500 giri, e la rapidità del motore nel salire di giri grazie alla bassa
inerzia regalano la sensazione di una spinta inesauribile.