Lombardia, Salvini vuole la testa di Speranza per l’errore sull’Rt: Sileri però gli fa fare una figuraccia

Matteo Salvini ha chiesto la testa del ministro Speranza per l'errore di calcolo dell'Rt in Lombardia, ma il vice-ministro Sileri ha sottolineato come i numeri arrivino dalla Regione

SportFair

L’errore di calcolo dell’indice Rt in Lombardia, costato la zona rossa all’intera Regione, sta facendo molto discutere creando l’ennesima spaccatura tra il Governo e l’opposizione.

Salvini
Emanuele Cremaschi/Getty Images

Matteo Salvini si è soffermato sulla vicenda al termine di un incontro con le associazioni degli albergatori a Torino, chiedendo apertamente la testa del ministro Speranza. “In Lombardia c’è stato un clamoroso e drammatico errore di calcolo sulla pelle dei cittadini fatto dal Ministero della Salute le parole del leader della Lega. “Speriamo che Speranza sia ministro ancora per poco. Di danni ne ha fatti abbastanza“.

LEGGI ANCHE: Crisi di Governo, il premier Conte pronto alle… dimissioni strategiche

La replica di Sileri

Il vice-ministro della Salute Sileri si è soffermato sulla vicenda ai microfoni di Radio24, facendo fare una figuraccia a Salvini: “non si può dire che l’errore sia partito da qui, non siamo noi che diamo i numeri di positivi, sintomatici e quant’altro, i numeri ce li ha la Regione. Errori sono sempre possibili. Non c’è nulla di male nel fare degli errori, l’importante è riconoscerli e correggerli. I dati vengono dalle Regioni. E’ la Regione che li comunica al ministero. Il ministero e l’Istituto superiore di sanità li analizzano e, in base ai parametri, danno il famoso ‘colore’. I dati non li producono ministero e Iss, i dati arrivano a noi, l’importante è verificarli, è che vi sia un doppio check, un triplo check se necessario, e correggerli in itinere e prontamente. Sono polemiche che non fanno bene né a chi le fa né soprattutto ai cittadini lombardi”.