Coronavirus: sindaco Monza, ‘trend torna preoccupante in Lombardia’

Milano, 9 gen. (Adnkronos) – Il trend dei casi in Lombardia torna a essere “preoccupante” e anche per questo il comitato scientifico “ha suggerito alla Regione di posticipare l’apertura delle scuole superiori in presenza al 24 gennaio”. Il sindaco di Monza, Dario Allevi, ha informato con un post i suoi cittadini della situazione dei contagi da Coronavirus dopo la riunione di aggiornamento che si è tenuta tra i vertici di Regione Lombardia e i 12 sindaci delle città capoluogo.
“Gli esperti – sottolinea – ci hanno illustrato il trend preoccupante di alcuni indicatori che spiegano, purtroppo, un nuovo e significativo aumento dei contagi. L’indice RT è cresciuto in una sola settimana da 1 a 1,24 facendoci sfiorare di poco l’ingresso in zona rossa e anche le chiamate arrivate ad Areu per problemi respiratori risultano in rapido incremento”. Rispetto ad altri territori, aggiunge, “in Brianza la situazione appare leggermente più confortante, con un RT provinciale migliore di quello regionale. La percentuale di tamponi positivi sul totale degli effettuati si attesta intorno al 15%, mentre sono 112 le persone ancora ricoverate in ospedale per Covid19, di cui 11 in terapia intensiva”.
Dal prossimo lunedì, a Monza tornerà la regolamentazione di sempre per strisce blu, disco orario e divieti di sosta per pulizia strade. Provvedimenti pronti ad essere nuovamente sospesi nel caso si ritorni in zona rossa. “E’ vero che siamo tutti un po’ stanchi ma in questa fase – dice il sindaco – è fondamentale non abbassare la guardia e rispettare con rigore tutte le regole che ormai conosciamo perfettamente”.