**Coronavirus: Sgarbi, ‘un altro anno come il 2020? Non ascoltate Mattarella, ribellatevi’** (2)

(Adnkronos) – I divieti dei botti a Capodanno, le chiusure dei cinema, dei teatri, dei musei nel mirino del critico d’arte, che si domanda: “Perché è stato tenuto aperto Montecitorio? Stiamo uno affianco dell’altro, non ho visto morti. Siamo a meno di un metro uno dall’altro. Quel teatro era aperto”, chiosa. E ancora: “Nello sciare, nello scendere nella neve dov’è il rischio di prendere il covid? Fino a maggio era proibito andare in bicicletta. Chi contamino andando in bicicletta?”. Insomma: “Non curare i malati e ammalare i sani, renderli prigionieri, impedire loro comportamenti elementari: questa è la violenza più grave”, affonda Sgarbi.