Coronavirus, il ministro Speranza avverte gli italiani: le anticipazioni sul nuovo DPCM

Il ministro Speranza ha parlato del nuovo DPCM che entrerà in vigore a partire da metà gennaio, sottolineando come le misure saranno ancora rigide

La campagna di vaccinazione contro il Coronavirus in Italia prosegue, ma ci vorrà del tempo prima che si vedano gli effetti.

vaccino
Max Cavallari/Getty Images

Per questo motivo, il ministro Speranza ha chiesto ancora pazienza ai cittadini italiani, ammettendo come la battaglia per uscire dall’emergenza sia ancora dura: “i vaccini sono la luce, la svolta che apre un’altra fase, ma la verità è semplice. Per avere un impatto il vaccino ha bisogno di mesi e dobbiamo resistere, la battaglia è ancora dura. Dopo sei settimane l’indice rt è scattato sopra 1. La seconda ondata non è mai finita davvero. Adesso c’è una ripartenza e probabilmente sì, il terzo picco arriverà. L’Italia va veloce, tutte le regioni lavorano a regime. Poche dosi? Ora arriva anche il milione e 300 mila di Moderna, purtroppo sono numeri molto limitati per il primo trimestre”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il bollettino dell’8 gennaio: i dati ufficiali

Nuovo Dpcm

Ivan Romano

Il ministro Speranza poi ha anticipato quelle che saranno le nuove misure del DPCM, sottolineando come l’Italia uscirà dall’emergenza non prima dell’estate: “prima dell’estate ne usciremo, quando 10 o 15 milioni di italiani saranno stati vaccinati. Dobbiamo resistere alcuni mesi. Nelle prossime settimane la curva può facilmente risalire, come purtroppo vediamo in larga parte dei Paesi europei, dove i numeri sono significativamente peggiori dei nostri. Il nuovo DPCM manterrà l’attenzione al rigore, con misure di contenimento significative“.