Coronavirus, il ministro Speranza avverte gli italiani: “nel nuovo DPCM ci saranno pesanti restrizioni”

Il ministro Speranza ha parlato del nuovo DPCM, sottolineando come il Governo si prepara ad assumere misure ancora più restrittive dal 15 gennaio

L’incontro tra il premier Conte e i capi-delegazione della maggioranza è servito oggi per iniziare a discutere sulle misure anti-Coronavirus da adottare nel nuovo DPCM, che entrerà in vigore dal 15 gennaio.

giuseppe conte
Chris J Ratcliffe/Getty Images

Si va verso una stretta sia per quanto riguarda la movida, con il divieto per i bar di svolgere servizio d’asporto oltre le 18, che per quanto riguarda gli spostamenti tra Regioni, vietati anche in zona gialla. Norme rigide, utili per evitare un aumento dei contagi che, analizzando gli ultimi numeri, pare stiano risalendo.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, le anticipazioni sul nuovo DPCM

Le parole del ministro Speranza

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Intervenuto sulla questione a Che tempo che fa su Rai3, il ministro Speranza ha ammesso: “c’è una fase di recrudescenza del virus in tutti i paesi Ue ma nei giorni precedenti al Natale c’è stata una fase di rilassamento anche se durante le feste abbiamo assunto misure robuste. Le misure restrittive funzionano e con molta probabilità resterà il divieto di spostamento tra regioni. Con l’ultima ordinanza abbiamo già stretto i parametri e domani incontreremo le regioni e mercoledì sarò in Parlamento e tra giovedì e venerdì ci prepariamo a ulteriore DPCM: saranno confermate le norme vigenti con nuove restrizioni. C’è inoltre la variante inglese e quindi mantenere alta l’asticella di attenzione è fondamentale“.