Coronavirus, il Codacons pronto a denunciare il ministro Speranza: battaglia legale all’orizzonte

Il Codacons ha diffidato il ministro della Salute e lo ha invitato a modificare un punto del Piano Pandemico, altrimenti verrà trascinato in tribunale

SportFair

Il Codacons si prepara a denunciare Roberto Speranza, attuale ministro della Salute del Governo Conte, minacciando una battaglia legale alquanto sorprendente, che avrebbe come oggetto di discussione il nuovo Piano Pandemico. La prima bozza del documento ha fatto letteralmente infuriare l’associazione dei consumatori, soprattutto per quanto riguarda la possibilità che verrebbe affidata ai medici di scegliere quali pazienti curare in caso di risorse sanitarie insufficienti.

LEGGI ANCHE: Nuovo DPCM, l’avvertimento del ministro Speranza

L’accusa del Codacons

Speranza
Franco Origlia/Getty Images

Il presidente Carlo Rienzi ha diffidato il ministro della Salute, inducendolo a modificare il punto in questione per evitare una battaglia legale. Queste le sue parole: “se fosse confermata tale parte del Piano Pandemico, ci troveremmo di fronte ad un vero e proprio abuso che potrebbe configurare una serie di reati penali, dall’abbandono di incapace all’omissione di soccorso. Non è tollerabile in un paese civile che le incapacità dello Stato siano pagate con vite umane, e in tal senso diffidiamo formalmente il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ad eliminare dal Piano Pandemico qualsiasi riferimento alla scelta tra chi curare e chi abbandonare al suo destino“.