Retroscena Ferrari, l’arrivo di Sainz deciso dai… team radio: la sorprendente ammissione di Binotto

Mattia Binotto ha svelato i motivi che hanno spinto la Ferrari a scegliere Carlos Sainz, ammettendo di aver ascoltato tutti i suoi team radio in McLaren

La line-up della Ferrari nel Mondiale 2021 sarà formata da Charles Leclrc e Carlos Sainz, con lo spagnolo che prenderà il posto di Sebastian Vettel passato a sua volta all’Aston Martin.

Peter Fox/Getty Images

La scelta del team di Maranello è ricaduta sull’ex McLaren dopo un’attenta analisi, come rivelato da Mattia Binotto al podcast ‘Beyond the Grid’: “prima di presentagli un’offerta, abbiamo ascoltato tutte le sue comunicazioni radio. I team radio di Carlos Sainz mettono in evidenza il suo approccio, quanto sia preciso. Carlos ha già un buon bagaglio di esperienza, ma può ancora migliorare, ha ancora tanti anni di carriera davanti nei quali progredire. Già nel 2020 è stato evidente il suo salto di qualità in qualifica, un altro elemento che testimonia quanto lo spagnolo sia un pilota che lavora sodo e che abbia metodo. Caratteristiche che ci hanno spinto a scegliere lui come prossimo pilota della Ferrari“.

LEGGI ANCHE: Formula 1, Vettel ‘cancella’ la Ferrari: “non voglio capire la loro decisione”

Mastino Sainz

Sainz
ph. Ferrari

Mattia Binotto poi ha proseguito nella sua analisi delle caratteristiche di Carlos Sainz, elogiando lo spagnolo: “in gara Sainz è un mastino, sa difendersi, sa attaccare, sa essere costante a livello di ritmo e soprattutto porta al traguardo la macchina rivelandosi molto efficace. Una peculiarità sicuramente importante in ottica classifica costruttori”.