Arte: Jacopo di Cione, pala d’altare all’asta a New York il 29 gennaio

New York, 10 gen. – (Adnkronos) – Un dipinto gotico raffigurante una “Madonna col Bambino e i santi Lorenzo e Margherita” del pittore fiorentino Jacopo di Cione (Firenze, 1325 – 1399) – fratello degli artisti Andrea Orcagna e Nardo e Matteo di Cione – andrà all’asta da Sotheby’s a New York il prossimo 29 gennaio con una stima tra 300.000 e 500.000 dollari. La vendita viene realizzata nell’ambito di un accordo transattivo tra gli eredi del defunto proprietario, Hester Diamond, mecenate d’arte e interior designer di New York scomparso un anno fa, e quelli del precedente proprietario, August Liebmann Mayer, un importante storico dell’arte, figlio di una famiglia ebrea tedesca, ucciso nel lager d Auschwitz nel 1944.
La tavola fondo oro di Jacopo di Cione fu acquistata da Mayer, che fu professore dell’Università di Monaco, dal mercante berlinese Paul Cassirer. Si ignora quando il dipinto del XIV secolo lasciò la collezione di Mayer, costretto nel 1935 a fuggire in Francia, dopo essere stato arrestato due volte, per salvarsi dalle persecuzioni razziali naziste.
L’opera di Jacopo di Cione riemerse nel secondo dopoguerra come parte della collezione Pardo a Parigi dal 1966 al 1968. La piccola pala d’altare fu venduta poi da Christie’s a Londra per 101.706 dollari nel 1988 come opera attribuita al Maestro della Predella dell’Ashmolean Museum. Hester Diamond acquistò poi la tavola privatamente attraverso una galleria d’arte nel 1989. La riattribuzione a Jacopo di Cione è stata recentemente fornita dallo studioso Larry Kanter.