Fischiano le orecchie dell’Aprilia, accuse pesantissime da un ex pilota: “sono fottute teste di cazzo”

I vertici dell'Aprilia hanno ricevuto pesantissimi insulti da parte di Sam Lowes, che non le ha mandate a dire memore della sua esperienza con la Casa di Noale

La sua esperienza con l’Aprilia in MotoGp non è stata esaltante, con cinque punti conquistati nel Mondiale del 2017.

Risultati deludenti che hanno obbligato Sam Lowes a compiere un passo indietro, tornando in Moto2 dove quest’anno si è giocato il titolo mondiale con Enea Bastianini. L’esperienza con l’Aprilia però non l’ha dimenticata e, intervenendo al sito The Race, Sam Lowes non è stato tenero: “se altre persone fossero saltate sull’Aprilia e fossero andate bene, la penserei in modo diverso. Alla fine la situazione è ancora ridicola, hanno fatto l’annuncio dei piloti per il 2021 senza di fatto annunciare i piloti”.

LEGGI ANCHE: Sostituto Iannone, arriva il no da un pilota di Moto2

Pesanti accuse

Savadori
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sam Lowes non ha usato mezze misure, insultando palesemente i vertici dell’Aprilia: “subito dopo di me, anche Scott Redding ha faticato, poi è andato nel BSB e ha vinto il titolo, è andato in WSBK e ha vinto delle gare. E ora si parla del suo ritorno in MotoGP. In Aprilia ci sono semplicemente alcune fottute teste di cazzo, tutto qui. Si coprono il culo e non capiscono come dovrebbero funzionare le cose. Non hanno rispetto per le altre persone. Ma nelle corse è tutta una questione di rispetto e a loro manca. Non è bello quello che stanno facendo a Bradley e Lorenzo, vero? È davvero strano e mi dispiace per loro”.