Ambiente: Conte, ‘2021 anno cruciale, ripariamo danni inflitti a pianeta’ (2)

(Adnkronos) – Per questo ‘Planet’, dice ancora Conte, “è uno dei tre pilastri – insieme a Persone e Prosperità – della Presidenza italiana del G20. Ricostruire il nostro rapporto con la natura richiede un nuovo approccio olistico. Un approccio che la presidenza italiana perseguirà”. Le sfide e le soluzioni dei problemi ambientali “sono tutte collegate. Il cambiamento climatico influisce sulla perdita di biodiversità, che a sua volta causa desertificazione, degrado del suolo e degli oceani. Allo stesso modo, il ripristino degli ecosistemi terrestri e marittimi, il recupero della biodiversità e il rimboschimento sono elementi chiave per affrontare il cambiamento climatico”.
“Ispirati da questi principi, lavoreremo per una COP 26 di successo, in collaborazione con il Regno Unito” va avanti il presidente del Consiglio ricordando come l’Italia abbia “sostenuto la nuova strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030 e i suoi obiettivi di espandere le aree protette terrestri e marine al 30% entro il 2030. In qualità di Presidenza del G20, proponiamo ai membri di fissare tale obiettivo anche a livello globale, in occasione di COP15”.