Aereo caduto in Indonesia, la Sriwijaya Air nella bufera: pagati 2.5 miliardi per ‘cancellare’ altri due disastri

La Sriwijaya Air ha pagato lo scorso giovedì ben 2.5 miliardi per chiudere un'inchiesta su due disastri aerei, precedenti all'aereo caduto in Indonesia

L’aereo scomparso in Indonesia è ormai certo che sia finito in mare al largo di Giacarta, dove alcuni pescatori hanno ritrovato resti umani oltre ad alcuni rottami del velivolo.

Il Boeing 737-500 della Sriwijaya Air si è inabissato dopo soli quattro minuti dal decollo, perdendo immediatamente il contatto con la torre di controllo. A bordo 62 persone (56 passeggeri, di cui 7 bambini e tre neonati e 6 membri dell’equipaggio), nessuno di loro è sopravvissuto all’impatto arrivato dopo che l’aereo ha perso 10 mila piedi di altitudine in meno di un minuto.

L’inchiesta

Una tragedia arrivata a pochi giorni di distanza dalla chiusura di un’inchiesta penale che ha visto coinvolta sempre la Sriwijaya Air, che ha pagato 2,5 miliardi di dollari per mettere la parola fine all’indagine su due disastri legati a un altro modello, il 737 Max 8. La compagnia indonesiana, che fa viaggiare 12 milioni di passeggeri all’anno verso 53 destinazioni, ha cavalcato il boom dell’aviazione civile, abbassando però contestualmente i costi a causa della rapida espansione. Adesso questo nuovo disastro, di cui al momento non si conoscono le cause.