Battuta sessista in tv, Wanda Nara porta Luciana Littizzetto in tribunale: il post social è velenoso

Wanda Nara ha deciso di replicare alla battuta sessista di Luciana Littizzetto, passando al contrattacco e querelando la comica italiana

SportFair

Wanda Nara è passata al contrattacco nei confronti di Luciana Littizzetto, colpevole di averle rivolto una battuta sessista nel corso della puntata del 6 dicembre di ‘Che tempo che fa‘, programma condotto da Fabio Fazio.

In quell’occasione, Lucianina aveva commentato una foto a cavallo della show girl argentina, completamente nuda e con uno sguardo ammaliante. Analizzando la foto, la Littizzetto non ha usato giri di parole: “lei si è tenuta con la sola forza delle unghie e credo con la Jolanda prensile... Dici che il cavallo sta immobile? Allora dimmi dove è finito il pomello della sella… Secondo me si arpiona in questo modo“.

La replica di Wanda Nara

Daniele Venturelli/Getty Images

Sono trascorsi alcuni giorni ed ecco arrivare la replica di Wanda Nara che, in una delle sue Instagram Stories, ha condiviso uno stralcio del post Facebook di Antonella Pavisili: “perché le prevaricazioni e le violenze non è che vengano solo dai maschi. Al contrario. Perché la violenza e la volgarità non hanno sesso. Sono e restano violenza e volgarità. Per inciso. A me quella foto piace moltissimo. La cavallerizza è stupenda e al pomello non ci avrei mai pensato. Se non fosse stato per la casta Lucianina“. A queste parole, Wanda Nara poi ha aggiunto alcune frasi, con cui ha rivelato di aver querelato Luciana Littizzetto: “nel 2020 troviamo ancora donne del genere, ovviamente dovrà risponderne giudizialmente“.