Vaticano: Procuratore Agrigento, ‘beatificazione Livatino un dono e un segno per i magistrati’

Palermo, 22 dic. (Adnkronos) – “In un momento di grande crisi valoriale che investe la magistratura tutta, la beatificazione di Rosario Livatino è per i magistrati cattolici un dono e un segno, per tutti gli altri magistrati è comunque un esempio da seguire pur con i limiti che quotidianamente condizionano il difficile mestiere del giudicare spesso diviso fra istanze e tensioni ideologiche e sociali difficilmente conciliabili”. Lo ha detto all’Adnkronos il Procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, commentando la beatificazione del giudice Rosario Livatino. Il magistrato, ucciso il 21 settembre 1990 a Canicattè, lavorava proprio presso la Procura di Agrigento. Lo scorso settembre Patronaggio aveva organizzato con l’Anm distrettuale un convegno alla presenza del Presidente della Camera Roberto Fico per ricordare il ‘giudice ragazzino’ ucciso da Cosa nostra.