Ufc, Marvin Vettori è un fenomeno: annienta il pericoloso Hermansson e piange con il tricolore in mano

Marvin Vettori vince il suo quarto match consecutivo in Ufc dominando il numero 4 del ranking Hermansson, al termine dell'incontro le lacrime liberatorie

Un successo esaltante, ma anche commovente. Una vittoria da festeggiare con le lacrime agli occhi, perché quando si ottengono trionfi di questo genere, il pianto di gioia diventa una naturale conseguenza.

Handout/Getty Images

Marvin Vettori umilia Jack Hermansson e alza al cielo la bandiera italiana sotto il cielo di Las Vegas, conseguenza della splendida vittoria centrata contro il numero 4 del ranking dei pesi medi Ufc. Solo una settimana di preavviso, ma Vettori aveva detto sì a questo match, arrivandoci non al meglio ma con una determinazione feroce e una pazzesca voglia di vincere.

LEGGI ANCHE: Quanti soldi ha guadagnato Marvin Vettori?

Quarta vittoria di fila

Marvin Vettori
Handout/Getty Images

Marvin Vettori non lascia scampo al proprio avversario, centrando la quarta vittoria di fila contro uno dei lottatori migliori al mondo, senza dargli nessuna certezza ma anzi togliendogliele di secondo in secondo. Il match potrebbe chiudersi già dopo un minuto e mezzo, quando Vettori entra al volto dell’avversario con un destro-sinistro e lo mette al tappeto. Hermansson però riesce a riprendersi, provando a seguire la propria strategia fatta di continue prese alle gambe, ma Vettori mette in scena un clinic difensivo e gli impedisce qualsiasi azione pericolosa.

Marvin Vettori
Handout/Getty Images

Nel quarto round la stanchezza si sente, ma Vettori tiene botta e si difende alla grande, sferrando i propri attacchi nel momento giusto. Alla fine i giudici non possono che sancire la vittoria del lottatore italiano per decisione unanime, a cui segue un pianto liberatorio con quella bandiera italiana che Marvin stringe in mano: “per l’Italia che soffre, ci tenevo“.