Ue: Stefano (Pd), ‘no strutture bizantine’

Roma, 7 dic. (Adnkronos) – “Non è il tempo né il momento di dare seguito a nuove strutture che rischiano di sembrare bizantine. Staccare il recovery da un controllo diretto e del Parlamento e del consiglio dei ministri tout court è due volte sbagliato: la prima, perché Conte in Parlamento aveva assicurato un ruolo centrale delle Aule ; la seconda è perché la velocità e la semplificazione non passa certamente attraverso la moltiplicazione di poltrone e di incarichi”. Così il senatore Pd Dario Stefano, presidente della commissione Politiche Ue di Palazzo Madama, sulle polemiche odierne sul Recovery plan. “Tagliamo prima i parlamentari e poi moltiplichiamo le poltrone?”, aggiunge.