Ue: Conte, ‘Recovery frutto sforzi Italia anche di fronte a scetticismo’

Roma, 7 dic. (Adnkronos) – “La globalità e pervasività dello shock prodotto da virus chiamano a un coordinamento e una condivisione di sforzi. Fin dall’inizio della pandemia, l’Italia ha compreso prima di altri che l’Europa doveva essere protagonista in questa battaglia, che questa volta poteva e doveva dare una risposta forte e unitaria. Abbiamo insistito perché questa decisione venisse presa, ci abbiamo creduto nonostante più d’uno, anche in Italia, ritenesse assai improbabile un accordo”. Lo rivendica il premier Giuseppe Conte, nella premessa della bozza del piano nazionale di ripresa e resilienza entrato in Cdm.
“Il piano finanziario straordinario approvato lo scorso luglio dal Consiglio Europeo è anche il frutto dei nostri sforzi: prevede risorse per 750 miliardi di euro, delle quali 380 a fondo perduto, che saranno raccolti con emissioni di titoli europei, per il 30% con ‘green bonds”. L’Italia ne sarà il primo beneficiario, con circa 209 miliardi di prestiti e sussidi”, sottolinea ancora il presidente del Consiglio.