Ue: Amendola, ‘su Recovery plan nessuna Spectre ma manager per azione veloce’

Roma, 6 dic. (Adnkronos) – Sul Recovery plan “lunedì presenteremo una proposta in Consiglio dei ministri figlia delle linee guida europee. E vorrei premettere: Bruxelles non ha chiesto di sostituire il governo con una struttura tecnica. Abbiamo bisogno di figure competenti che aiutino i ministeri e gli Enti locali a velocizzare la realizzazione dei progetti. Stiamo parlando di questo, non di una Spectre”. Lo dice il ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola, intervistato da ‘La Stampa’.
“Il punto più delicato -aggiunge- è un altro: avere norme e procedure di semplificazione che permettano di utilizzare i fondi tassativamente entro il 2026”. Ci saranno “sei manager a tempo pieno, non capi di altre aziende. In quanto alle dimensioni del gruppo di lavoro, ho rispetto dei numeri circolati in queste ore, ma per i dettagli suggerisco di aspettare le carte”.