Ue: Amendola, ‘no ritardi su Recovery, pesa veto sciagurato Polonia e Ungheria’

Roma, 4 dic. (Adnkronos) – “Noi dobbiamo costruire un soggetto attuatore quella struttura tecnico amministrativa che in breve tempo renda esecutivi i progetti”. Lo ha detto il ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola, a Radio Anch’io, su Radio 1. E sulla cabina di regia aggiunge: “Cabina di regia a quattro? Io non ci sarò. Il mio è un ministero per i rapporti con l’Europa, che non ha ruoli esecutivi”.
“Non dobbiamo confondere i ruoli. Quando il piano verrà approvato a Bruxelles, avremo bisogno di una struttura tecnica che velocizzi il lavoro. Quello non è il ruolo del mio ministero, che non è un ministero di spesa”, osserva.
Quanto ai ritardi sul Recovery, Amendola ribatte: “Non siamo in ritardo il vero ritardo è questo veto sciagurato di Polonia e Ungheria. Un accordo a 25 che tenga fuori Polonia e Ungheria? Io sono sempre per la via maestra e non cerco piani B, ma questo veto è grave e irresponsabile”.